Home arrow Il Muro
domenica 16 dicembre 2018
Benvenuto Visitatore.






Password dimenticata?
Non hai ancora un account? Registrati
Chi è online

Statistiche
Visite oggi: 17
Visite totali: 651063
Feed RSS di Villarosani.it
Social Bookmark
Aggiungi Villarosani.it a: Digg Aggiungi Villarosani.it a: Del.icoi.us Aggiungi Villarosani.it a: Yahoo Aggiungi Villarosani.it a: Blogmarks Aggiungi Villarosani.it a: Technorati Aggiungi Villarosani.it a: Smarking Aggiungi Villarosani.it a: Google Cos'è il Social Bookmark?
Annunci Google

Il Muro

   Clicca qui per scrivere un messaggio sul Muro


osvaldo    22 febbraio 2008 21:11 |
CHIEDO ANCORA AGLI UTENTI LA COLLABORAZIONE DI RACCOGLIERE FRA GLI ANZIANI DI VILLAROSA NOTIZIE RIGUARDANTI QUESTO PERSONAGGIO, U COMMISSARIU AMIRICANU, DI CUI TRATTO IN [URL=http://www.villarosani.it/component/option,com_smf/Item id,145/topic,253.45/]http://www.villarosani.it/component/opt ion,com_smf/Itemid,145/topic,253.45/[/URL]

asus    19 febbraio 2008 22:22 |
Villarosa come Napoli...grazie Ato

osvaldo    18 febbraio 2008 22:27 |
PROPONGO UN POCO CONOSCIUTO GRANDE SONETTO DEL NOSTRA POETA

A mezzannotti

È mezzannotti, e lu raloggiu batti
centu mazzati una 'nconttra una;
'n facci a lu pìcciu di li lampiuna
'na finestra s'astuta, e n'autra sbatti.

Pinzirusi passianu li gatti
supra lu spicu di li curniciuna;
li cani, rastiannu agnuna agnuna,
dunanu a chiddu ca ccci ammatti ammatti.

Ascutu: 'ntra lu scuru ca si fedda,
li stiddi 'nfittinianu, e la funtana
annaca lu sunnuzzu a la vanedda;

mentri a 1'adenzia di la faranzana,
lu 'ncantaturi si 'ngulia la bedda
ccu li strammotti a la Bellarrusana.

un amico al bar    16 febbraio 2008 22:09 |
VotoVotoVotoVotoVoto
Oggi voglio raccontare una storia d'altri tempi:
Un giorno la Grande Agenzia di Viaggi comprò tutte le utopie ancora libere. Ne fece dei pacchetti-vacanze "tutto compreso" e incominciò a venderli, e la gente a comprarli. Si poteva andare nel Paese dei Balocchi, nel Paese delle meraviglie e persino nel Paradiso Terrestre. La gente andava, guardava, scattava foto a Lucignolo e chiacchierava con Roger Rabbit.Poi tornava a casa, prendeva un piccone, abbatteva un muro e diceva: "Bella l'utopia. Se non ci fosse bisognerebbe inventarla...". Ma le utopie non sono luoghi comuni ma luoghi particolarissimi e se si guardano da turisti distratti essi si consumano.Ogni fotografia da turista estraneo toglie un pò di colore. Le Utopie coloratissime così perdevano ogni giorno qualcosa. Il verde, l'azzurro, il rosso. L'ultimo colore fu il bianco. Poi divenne tutto grigio. E la gente incominciò a disdire le prenotazioni.La Grande Agenzia Viaggi aveva un bel dire che si trattava di un momento particolare. Niente, la gente se ne restava a casa. Tanto, per vedere tutto grigio, allora era meglio il tran tran di sempre. Televisione,ufficio,scuola, famiglia...famiglia, scuola, ufficio, televisione... Ma era davvero tutta lì la vita? E se la scuola fosse diventata un luogo dove si potesse capire davvero, dove tutti insieme si cercasse una verità il più possibile vicina al vero? E se la televisione fosse tornata radio, e se la radio fosse tornata piazza e se la piazza fosse tornata,come fu un tempo, luogo dove la gente si incontra, parla, partecipa senza avere l'avallo di Pippo Baudo? La gente ricominciò a sognare. Sognò le Utopie. Sognò una vita al condizionale, piena di "se". Tornò a sognare Luoghi colorati. Uno di questi diceva:"E se nel mondo non ci fossero più Grandi Agenzie? Se ognuno decidesse il prezzo del biglietto? Grazie a questo sogno, la Grande Agenzia scomparve. Al posto dell'enorme palazzo dei viaggi organizzati restò un gigantesco buco pieno di "se".E al posto del cancello d'entrata, un cartello: "Quando qualcuno ci dirà che la vita non si fa con i nostri se noi gli risponderemo che da oggi non è più così vero che la vita si debba fare con i loro sì.
Un saluto a tutti i Villarosani nel mondo.

osvaldo    15 febbraio 2008 22:22 |
Ringrazio golden_star per l'attenzione a quanto io metto nel sito e in particolare le poesie di De Simone. Mi servo de "Il Muro" in quanto tu sei irrepribile e non hai indicato nemmeno un indirizzo mail. Non sono un poeta e nemmeno tanto appassionato. Ritengo però che è nostro dovere non tralasciare il nostro patrimonio culturale locale che in verità non è molto vasto. Forse t’è sfuggita la poesia "Luntanu e prisenti" che secondo me è la più bella fra tutte e che è un inno a Villarosa e al suo territorio. Mi pare che tu viva lontano da Villarosa come De Simone che faceva il dentista a Milano e fu conosciuto dal giovane Ignazio Buttitta che gli rimproverava di vivere lontano dalla Sicilia. Il Nostro a lui risponde con questa bella ode. Ti propongo di raggiungerla a:
http://www.villarosani.it/component/option,com_smf/Ite mid,145/topic,961.135/


436
messaggi

EasyBook


UrloBox
Ultimi Messaggi: 1 mese fa
  • pierdeo : novembre 2018
  • VELLARUSANO : fa piacere che ogni tanto qualcuno si favivo
  • VELLARUSANO : anche se in ritardo ricambio
  • toliveri : buonanno a tutti
  • PEPPE : Ho inserito alcuni link della nostra bella terra di Sicilia dove poter vedere alcune bellezze del Nostro territorio
  • PEPPE : «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link»
  • PEPPE : Oggi 06 gennaio 2017 Epifania , eccezzionale nevicata a Villarosa guardate le mie foto davanti casa
  • PEPPE : Ho inserito alcune foto della manifestazione in memoria del nostro poeta Vincenzo De Simone Giuseppe innuso
  • PEPPE : la mostra si chiudera il 12 aprile 2016
  • PEPPE : Da oggi presso la bibblioteca comunale e aperta la mostra fotografica su ?Chistu è lu me paisi? dedicata a V. De Simone
Effettua il login per urlare..
 
Alcune semplici regole da seguire per entrare a far parte di Villarosani.it
Le origini e la storia di Villarosani.it
Hai bisogno di assistenza? Vuoi darci un consiglio? Scrivici!
Rassegna stampa degli articoli riguardanti Villarosani.it
La storia, la geografia ed altre informazioni utili per conoscere il piccolo centro nel cuore della Sicilia.
 
© 2018 - Villarosani.it - Tutti i diritti riservati.

Benvenuto in Villarosani.it, il primo portale per i villarosani. Se non sei villarosano sei comunque il benvenuto!
Comune di Villarosa (Provincia di Enna - EN) -C.A.P. 94010- dista 101 Km. da Agrigento, 29 Km. da Caltanissetta, 117 Km. da Catania, 20 Km. da Enna, alla cui provincia appartiene, 213 Km. da Messina, 141 Km. da Palermo, 165 Km. da Ragusa, 192 Km. da Siracusa, 240 Km. da Trapani. Il comune conta 6.162 abitanti e ha una superficie di 5.501 ettari. Sorge in una zona collinare, posta a 523 metri sopra il livello del mare. L 'attuale borgo nacque nel 1762 ad opera del nobile Placido Notarbartolo. Fu sempre centro economico molto attivo, in particolare nel XIX secolo quando vennero rese funzionanti numerose miniere zolfifere presenti su tutto il territorio. Nel settore dei monumenti è importante ricordare la Chiesa Madre del 1763 dedicata a S. Giacomo Maggiore. Rilevanti sono pure Il Palazzo S. Anna, il Palazzo Ducale e l'ex Convento dei Cappuccini entrambi del XVIII secolo.