Benvenuto! Accedi o registrati.
18 Giugno 2024, 23:57:05

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

33.087 Messaggi in 2.232 Discussioni da 1.437 utenti
Ultimo utente: niki
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  Forum - Villarosani.it
|-+  Villarosa
| |-+  La storia (Moderatore: Rommel)
| | |-+  STORIA DELL'EMIGRAZIONE da VILLAROSA in BELGIO
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione. « precedente successivo »
Pagine: 1 2 [3] 4 Vai giù
Stampa
Autore Discussione: STORIA DELL'EMIGRAZIONE da VILLAROSA in BELGIO  (Letto 31910 volte)
niki


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Stazioni!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.757

La vita và vissuta fino in fondo.


« Risposta #30 inserita:: 01 Dicembre 2007, 13:10:10 »

:afro:Buongiorno ragazzi, noto che con grande interesse seguite le vicende dei nostri conpaesani che per poter sfamare la famiglia e fuggire dalle miserie che gravavano sulla nostra Villarosa in quegl'anni, hanno dovuto letteralmente "fuggire", questo ci fa onore e vi assicuro che il nostro interesse a questi fatti è molto gradito dai nostri concittadini che si trovano all'estero ed in particolar modo tra quelli che si trovano in Belgio che sono poi i più numerosi.
Io ho avuto la possibilità di visitare la miniera di Marcinelle che si chiama "Bois du Cazier" e vi assicuro che nonostante, per pura casualità, quell'8 agosto 1956 non vi furono nostri concittadini tra le vittime, viene la pelle d'oca a girare tra quelle strutture, oggi museo, dove in ogni angolo in ogni anfratto si sente la presenza di quei sventurati che perirono quel giorno.
Ho molte foto del sito e mi riprometto di consegnarle a Niki in modo che possa, lui che lo sa fare, allestire una galleria tematica che possa raccogliere anche altre testimonianze delle vicende che interessarono i Villarosani nelle loro migrazioni passate ed, ahimè, presente.
In quella occasione ho anche acquistato una lanterna che veniva usata in quella miniera e che probabilmente servì a qualche soccorritore, non vi racconto le vicissitudini per poterla far passare all'imbarco dell'aeroporto di Brussell, la lanterna, comunque l'ho donata al "Museo della Memoria" di villa Lucrezia ed è li visibile. Muto 


Ti ringrazio anticipatamente, quando vuoi ci incontriamo  Braaavo!
Registrato




toliveri


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 386


« Risposta #31 inserita:: 01 Dicembre 2007, 15:30:54 »

:afro:Buongiorno ragazzi, noto che con grande interesse seguite le vicende dei nostri conpaesani che per poter sfamare la famiglia e fuggire dalle miserie che gravavano sulla nostra Villarosa in quegl'anni, hanno dovuto letteralmente "fuggire", questo ci fa onore e vi assicuro che il nostro interesse a questi fatti è molto gradito dai nostri concittadini che si trovano all'estero ed in particolar modo tra quelli che si trovano in Belgio che sono poi i più numerosi.
Io ho avuto la possibilità di visitare la miniera di Marcinelle che si chiama "Bois du Cazier" e vi assicuro che nonostante, per pura casualità, quell'8 agosto 1956 non vi furono nostri concittadini tra le vittime, viene la pelle d'oca a girare tra quelle strutture, oggi museo, dove in ogni angolo in ogni anfratto si sente la presenza di quei sventurati che perirono quel giorno.
Ho molte foto del sito e mi riprometto di consegnarle a Niki in modo che possa, lui che lo sa fare, allestire una galleria tematica che possa raccogliere anche altre testimonianze delle vicende che interessarono i Villarosani nelle loro migrazioni passate ed, ahimè, presente.
In quella occasione ho anche acquistato una lanterna che veniva usata in quella miniera e che probabilmente servì a qualche soccorritore, non vi racconto le vicissitudini per poterla far passare all'imbarco dell'aeroporto di Brussell, la lanterna, comunque l'ho donata al "Museo della Memoria" di villa Lucrezia ed è li visibile. Muto 

Braaavo! Grande!
Registrato

villarosano .doc
toliveri


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 386


« Risposta #32 inserita:: 01 Dicembre 2007, 16:34:56 »

Grande! Toliveri
Mio padre mi aveva anche parlato del suo arrivo e della sua infanzia quì. Nel 48, arrivò mia nonna con i 3 primi figli a raggiungere mio nonno che era quì dal 47. Vivevano nelle barracche dei prigioneri di guerra. A scuola, i bimbi chiamavano gli italiani 'maccaroni', e questo ha creato molte sciarre  eheh
All'età di 14 anni mio padre andò a lavorare nelle miniere, ma per poco tempo, e in superficie.
Nel 67, mia madre arrivò da Catania, e quando da sposina ha guardato per affitare una casa, c'era scritto 'no ai cani e agli italiani'. Poi anche lei ha lavorato in un supermercato, e mi ha detto che una volta a dovuto prendere a botte a una col manico da scopa per farla stare calma, perche quella li la provocava con insulte razziste.
A quei tempi l'integrazione non era facile, non era visto bene di essere italiani insomma.

Quello che mi ha colpita è stato 3 anni fà, quando sono stata impiegata all'ufficio degli ex-minatori. Nelle cantine dell'ufficio ho trovato le schede di lavoro di mio bisnonno, dei zii di mio padre (sfortunatamente deceduti all'età di 38 e 42 anni con la silicosi), e quella di mio padre. Ho fotocopiato queste schedine e le ho portate a casa con molta gioia, avevo trovato una traccia della storia della mia famiglia.
Ricordo anche un vecchietto che mi aveva chiamata in ufficio per avere dei documenti e quando mi ha detto la sua data di nascita ho risposto 'lei è nato lo stesso anno di mio nonno', lui mi risposi che tanti suoi amici minatori non c'erano più per causa delle malattie dei polmoni e si mise a piangere, e ci sono andata dappresso. Era molto commovente.

ai ragione Lucia erano brutti tempi .ma da  rifare lo rifarei il belgio ci a dato tutto.ci ai raccontato una bella storia Braaavo!
Registrato

villarosano .doc
emilium

Gruppo: Utente
*

Posizione: A19 (130 Km/h)
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 26

Salvina Oliveri


« Risposta #33 inserita:: 01 Dicembre 2007, 17:38:15 »

ciao lucia anghe la tua e una storia comovente brava,la storia di toliveri eanghe la mia ,ciao
Registrato
Palermo Calcio

Gruppo: Visitatore
8: Undefined index: post_group
File: /web/htdocs/www.villarosani.it/home/forum/Themes/villarosani_Com_smf/Display.template.php (eval?)
Riga: 307