Real Morello - Vallelunga
Scritto da Salvatore Bruno   
luned́ 09 febbraio 2009

Real Morello - Vallelunga (08/02/2009) 

In ogni fiaba che si rispetti c’è sempre un orco o un personaggio “cattivo” che fa del male al protagonista. E come in una fiaba il Real Morello, orco di se stesso, sta cancellando la fiaba che lo aveva visto protagonista del campionato fino a qualche settimana fa.

Nel quindicesimo turno del campionato di terza categoria i ragazzi di mister Puglisi vengono sconfitti in casa dal Vallelunga per 3 a 1 e così restano solo due i punti raccolti nelle ultime quattro partite. Il risultato è più pesante se si pensa che il Real Morello ha perso gli ultimi due scontri diretti contro le pretendenti al successo finale, dicendo forse addio alla possibilità di vincere il campionato.

La gara ha poco da raccontare, almeno per i padroni di casa che passano in vantaggio al 5’ minuto con Puzzangara. Il pareggio al 15’ del primo tempo è opera di Hamrouni che segna su ribattuta dopo un tiro da centrocampo. Come spesso capita il Real subisce il gol del 2 a 1 all’inizio della ripresa, quando al 4’ Baudo insacca da due passi un pallone che lentamente taglia l’area dei villarosani, con i difensori che stanno a guardare. La scarsa reazione della squadra allo svantaggio è un copione già visto ed il Vallelunga realizza su contropiede il terzo gol con Cammarata al 40’.

Seconda sconfitta di fila per la squadra del presidente Salvatore Profeta che comunque, accorato all’allenatore Tanino Puglisi, si scusa e ringrazia il numeroso pubblico esortandolo ad essere sempre il dodicesimo uomo in campo nelle partite casalinghe. Una squadra di solisti senza un leader carismatico in campo e che non conosce lo spirito di squadra non può andare lontano. Di questa gara restano solo i buoni rapporti che intercorrono tra le due società, come sottolinea il responsabile dell’area tecnica Salvatore Rizzo, ma i risultati si ottengono mettendo in campo grinta e cuore.

Salvatore Bruno