Calcio 5 femminile 20100210
Scritto da Zio d'America   
luned́ 15 febbraio 2010

Calcio a 5 femminile
Sconfitti in finale, ma a testa alta

Si ferma in finale l'irrefrenabile corsa del Real Morello femminile che viene battuto dai favoriti della vigilia del Moda Sport di Enna nella partita svoltasi presso il Palasport di Piazza Armerina.

Una partita giocata sempre alla pari, con diverse occasioni clamorose nelle battute iniziali come i due pali colpiti da Luana Burgarello dopo una bellissima azione in velocità e da Noemi Benghini su un calcio di punizione deviato dalla barriera.

Ma l'esperienza e le qualità tattiche del Moda Sport consentono di sbloccare il punteggio nel primo tempo sino a portarsi su un parziale di 4-0 a metà della ripresa, quando le ragazze di Giovanni Buccheri riescono a trafiggere il portiere ennese Elisa Ragusa, migliore in campo, grazie alla marcatura di Noemi Benghini e pochi minuti dopo con colei che risulterà il vicecapocannoniere del torneo, Luana Burgarello.

I minuti finali consentono alla squadra allenata da Carlo Mingrino di arrotondare il punteggio sul 6-2, risultato che rimarrà tale nonostante le diverse occasioni di marca villarosana maturate nel finale di gara e i due tiri liberi concessi dall'arbitro, falliti da Benghini ed Erbicella.

Il fischio finale segna la vittoria del Moda Sport e quella che, perlomeno nel risultato, è stata una sconfitta per il Real Morello alla prima esperienza assoluta nel mondo del calcio femminile la quale ha scontrato "giganti" a livello provinciale e che è addirittura riuscita a battere, ricordiamolo, la compagine ennese nel girone eliminatorio.

Il Real Morello porta comunque a casa due trofei: quello come secondo classificato oltre all'importante Coppa Disciplina, che costituiscono i primi titoli nell'ancora giovane storia della società villarosana. Altro riconoscimento è il lasciapassare per le fasi regionali che si terranno a Licata nel mese di marzo. 

I commenti nel post-partita non si sono fatti attendere ed è stato Giovanni Buccheri, con le sue parole a rincuorare le proprie ragazze: "devono essere consapevoli dell'impresa che, uniti, siamo riusciti a raggiungere. In pochi mesi siamo passati dall'obiettivo di non sfigurare alle ambizioni di vittoria, svanite oggi contro una squadra importante e soprattutto contro l'esperienza decennale delle proprie atlete. Sono molto fiducioso per il nostro futuro."

E' stato anche il team manager Gabriele Restivo ad intervenire: "nonostante la sconfitta, le nostre ragazze sono uscite dal campo a testa alta e tra gli applausi del caloroso pubblico villarosano accorso sino a Piazza Armerina. Credo che queste ragazze se manterranno l'abnegazione e lo spirito di sacrificio dimostrato in questi mesi ci faranno togliere moltissime soddisfazioni a partire dagli impegni a livello regionale che affronteremo il prossimo mese."

Sull'acceso clima nel pre e nel post-partita aggiunge: "se le ragazze ennesi ci tenevano così tanto a vincere, e la loro gioia dopo il fischio finale è così tanta, ciò mi riempie d'orgoglio perché fa capirci che ci temono."