Benvenuto! Accedi o registrati.
19 Ottobre 2019, 20:29:06

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

33.087 Messaggi in 2.232 Discussioni da 1.431 utenti
Ultimo utente: niki
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  Forum - Villarosani.it
|-+  Il Bar
| |-+  Quattro chiacchiere in compagnia
| | |-+  Lezioni per diventare veri villarosani...
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione. « precedente successivo »
Pagine: 1 [2] 3 4 5 6 7 ... 14 Vai giù
Stampa
Autore Discussione: Lezioni per diventare veri villarosani...  (Letto 82536 volte)
loziomirko


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 168


« Risposta #15 inserita:: 22 Febbraio 2008, 16:41:50 »

Tra i vari giochi con 'carte da gioco siciliane' nel mitico Royal Bar, va ricordato il 'gioco principe'....il TRE SETTE!!!!!!

Definito il gioco dei muti...ma in realtà è accompagnato da simpatiche e divertenti frasi e parole!!!

Per informazioni alla Lezione n°2 Sicilia!
Registrato

Alia iacta est. Giulio Cesare
Rommel


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.125


« Risposta #16 inserita:: 22 Febbraio 2008, 19:38:40 »

altra prova da superare per accedere all'olimpo villarosano..

-aver consumato un paio di scarpe in corso garibaldi

Registrato

Il prezzo della grandezza è la responsabilità.
Winston Churchill
Zio d'America


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.174


WWW
« Risposta #17 inserita:: 22 Febbraio 2008, 19:57:36 »

altra prova da superare per accedere all'olimpo villarosano..

-aver consumato un paio di scarpe in corso garibaldi



Alla quale aggiungerei "aver lasciato l'impronta del proprio fondoschiena in una delle panchine del corso"
Registrato



cigliazza


Gruppo: Moderatore Globale
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 892

U cani muzzica u strazzatu...


« Risposta #18 inserita:: 22 Febbraio 2008, 20:33:29 »

Alla quale aggiungerei "aver lasciato l'impronta del proprio fondoschiena in una delle panchine del corso"

Ed aggiungerei anche che non sei villarosano se non fai con la macchina a 30 Km/h almeno 20 volte a seratina i tragitti:
-ginisari - chiesa della Madonna della catena;
- Crocifisso - chiesa della Madonna della Catena.

Sono ammesse anche le varianti con passaggio o punto d'arrivo presso: cantiri, campo sportivo, ariazza, quartiere Beverly Hills  eheh
Registrato

E respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini (L.B.)
Rommel


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.125


« Risposta #19 inserita:: 22 Febbraio 2008, 20:45:58 »

Alla quale aggiungerei "aver lasciato l'impronta del proprio fondoschiena in una delle panchine del corso"

non solo le panchina gli scalini dei negozi, case del corso,ecc
Registrato

Il prezzo della grandezza è la responsabilità.
Winston Churchill
Rommel


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.125


« Risposta #20 inserita:: 22 Febbraio 2008, 20:46:59 »

Ed aggiungerei anche che non sei villarosano se non fai con la macchina a 30 Km/h almeno 20 volte a seratina i tragitti:
-ginisari - chiesa della Madonna della catena;
- Crocifisso - chiesa della Madonna della Catena.

Sono ammesse anche le varianti con passaggio o punto d'arrivo presso: cantiri, campo sportivo, ariazza, quartiere Beverly Hills  eheh
30all ora magari.....

e poi le partite ascoltate alla radio in auto...
Registrato

Il prezzo della grandezza è la responsabilità.
Winston Churchill
yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #21 inserita:: 22 Febbraio 2008, 20:50:43 »

altra prova da superare per accedere all'olimpo villarosano..

-aver consumato un paio di scarpe in corso garibaldi



mmm... Spero di venire in estate per poter consumare un paio di scarpe... Vecchie vanno bene?
Registrato
yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #22 inserita:: 22 Febbraio 2008, 21:00:36 »

Alla quale aggiungerei "aver lasciato l'impronta del proprio fondoschiena in una delle panchine del corso"

Queste sono prove fisiche... Prima però dovrei coltivare il mio spirito ( in modo da trasformarlo in perfetto spirito villarosano)
Registrato
yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #23 inserita:: 22 Febbraio 2008, 21:28:43 »

avrai notato che nelle mie spiegazioni ci sono palesi riferimenti a scene vissute e fatti realmente accaduti...
in effetti un tavolino "mulo" è una delle caratteristiche più importanti



a Villarosa la parola "mulo" è polivalente, bisogna vedere il contesto in cui si usa. in questo caso un tavolino di muli può essere inteso come "persone dal modo di giocare stravagante" oppure "persone che non sanno tenere neanche le carte in mano" o ancora "persone che a briscolone giocano con 18 carte anzichè 6", ecc...


non hai mai giocato a "hearts" sul computer? il procedimento è identico.
prego


Non avevo notato il tuo post...

Grazie per le precisazioni...  :-)

Hearts? lL'ho visto ma non ci ho mai giocato...
Registrato
yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #24 inserita:: 22 Febbraio 2008, 21:31:55 »

Tra i vari giochi con 'carte da gioco siciliane' nel mitico Royal Bar, va ricordato il 'gioco principe'....il TRE SETTE!!!!!!

Definito il gioco dei muti...ma in realtà è accompagnato da simpatiche e divertenti frasi e parole!!!

Per informazioni alla Lezione n°2 Sicilia!

Zio Mirko aspetto con ansia anche la seconda lezione... Ma non soffermiamoci troppo sui giochi di carte  cool
Registrato
il maestro


Gruppo: Il Maestro
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.307


« Risposta #25 inserita:: 22 Febbraio 2008, 21:40:28 »

E' una materia abbastanza ostica.  Trattasi di metodo scientifico per riuscire a conoscere le carte in mano all'avversario.

Chiedo la consulenza del maestro in merito per fugare ogni dubbio e per fornire esempio chiarificatore



Carissimi discepoli, intervengo per spiegare tecnicamente il funzionamento del cd. 48, riportandomi alla già abbastanza esauriente spiegazione del mio Assistente di fiducia Puliscimilano, cui concedo di tanto in tanto, vista le sue spiccate capacità tecnico-tattiche, di giocare insieme a me.



Prendete appunti (o fate copia e incolla).

Il 48 viene così calcolato: le carte prese a coppia (ad es. asso e asso, sette e sette) vengono escluse dal calcolo finale: non vanno dunque prese in considerazione. Vengono calcolate solamente le carte prese tramite “sparigliata”, e cioè quelle accumulate in modo composto (così ad es., se viene preso un cavallo con la seguente modalità: 4 + 3 + 2 = 9, verranno computati 2, 3, 4, 9). Se durante lo svolgimento della mano vi sono altre sparigliate che non coinvolgono le carte che lo sono già (es. 1), queste si aggiungono al calcolo, mentre se vengono coinvolte carte precedentemente sparigliate (es. 2), queste ultime si “apparigliano”, cioè si annullano fra loro, venendo così escluse dal calcolo (es. 1: se le sparigliate erano 3, 4, 7 e viene sparigliato 6 + 2 = 8, rimangono sparigliati 2, 3, 4, 6, 7, 8; es. 2: se le sparigliate erano 3, 4, 7 e viene sparigliato 6 + 4 = 10, i due 4 si apparigliano e restano 3, 6, 7, 10). Alle ultime 6 carte (3 per ogni giocatore)  si confrontano le carte sparigliate con quelle che si hanno in mano e quelle a terra che verranno, in quanto corrispondenti, apparigliate. Risultato? Le sparigliate rimanenti (più le carte a terra e le proprie non apparigliate) corrisponderanno alle carte che ha in mano l’avversario!!

A questo punto, dopo aver pronunciato la tipica frase “TOCCALI!”, giocherete la fine della mano conoscendo le carte dell’avversario.

P.S. Come potete notare, specialmente quelli che già conoscono ed applicano il meccanismo, sarebbe molto più semplice e comprensibile spiegato dal vivo.
Resto a vostra completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.

PP.SS. Studiate (specie Yulia, che vedo molto curiosa ed appassionata della materia), perché gli esami sono imminenti!!!!
« Ultima modifica: 22 Febbraio 2008, 21:43:36 da il maestro » Registrato

Talè!?!
shark


Gruppo: Amministratore
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 829


« Risposta #26 inserita:: 23 Febbraio 2008, 09:25:59 »


Carissimi discepoli, intervengo per spiegare tecnicamente il funzionamento del cd. 48, riportandomi alla già abbastanza esauriente spiegazione del mio Assistente di fiducia Puliscimilano, cui concedo di tanto in tanto, vista le sue spiccate capacità tecnico-tattiche, di giocare insieme a me.



Prendete appunti (o fate copia e incolla).

Il 48 viene così calcolato: le carte prese a coppia (ad es. asso e asso, sette e sette) vengono escluse dal calcolo finale: non vanno dunque prese in considerazione. Vengono calcolate solamente le carte prese tramite �sparigliata�, e cioè quelle accumulate in modo composto (così ad es., se viene preso un cavallo con la seguente modalità: 4 + 3 + 2 = 9, verranno computati 2, 3, 4, 9). Se durante lo svolgimento della mano vi sono altre sparigliate che non coinvolgono le carte che lo sono già (es. 1), queste si aggiungono al calcolo, mentre se vengono coinvolte carte precedentemente sparigliate (es. 2), queste ultime si �apparigliano�, cioè si annullano fra loro, venendo così escluse dal calcolo (es. 1: se le sparigliate erano 3, 4, 7 e viene sparigliato 6 + 2 = 8, rimangono sparigliati 2, 3, 4, 6, 7, 8; es. 2: se le sparigliate erano 3, 4, 7 e viene sparigliato 6 + 4 = 10, i due 4 si apparigliano e restano 3, 6, 7, 10). Alle ultime 6 carte (3 per ogni giocatore)  si confrontano le carte sparigliate con quelle che si hanno in mano e quelle a terra che verranno, in quanto corrispondenti, apparigliate. Risultato? Le sparigliate rimanenti (più le carte a terra e le proprie non apparigliate) corrisponderanno alle carte che ha in mano l�avversario!!

A questo punto, dopo aver pronunciato la tipica frase �TOCCALI!�, giocherete la fine della mano conoscendo le carte dell�avversario.

P.S. Come potete notare, specialmente quelli che già conoscono ed applicano il meccanismo, sarebbe molto più semplice e comprensibile spiegato dal vivo.
Resto a vostra completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.

PP.SS. Studiate (specie Yulia, che vedo molto curiosa ed appassionata della materia), perché gli esami sono imminenti!!!!


Perfetto ed esauriente come sempre.
Registrato



Rommel


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.125


« Risposta #27 inserita:: 23 Febbraio 2008, 10:02:35 »

maestro in questo
Registrato

Il prezzo della grandezza è la responsabilità.
Winston Churchill
yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #28 inserita:: 23 Febbraio 2008, 12:10:45 »


Carissimi discepoli, intervengo per spiegare tecnicamente il funzionamento del cd. 48, riportandomi alla già abbastanza esauriente spiegazione del mio Assistente di fiducia Puliscimilano, cui concedo di tanto in tanto, vista le sue spiccate capacità tecnico-tattiche, di giocare insieme a me.



Prendete appunti (o fate copia e incolla).

Il 48 viene così calcolato: le carte prese a coppia (ad es. asso e asso, sette e sette) vengono escluse dal calcolo finale: non vanno dunque prese in considerazione. Vengono calcolate solamente le carte prese tramite “sparigliata”, e cioè quelle accumulate in modo composto (così ad es., se viene preso un cavallo con la seguente modalità: 4 + 3 + 2 = 9, verranno computati 2, 3, 4, 9). Se durante lo svolgimento della mano vi sono altre sparigliate che non coinvolgono le carte che lo sono già (es. 1), queste si aggiungono al calcolo, mentre se vengono coinvolte carte precedentemente sparigliate (es. 2), queste ultime si “apparigliano”, cioè si annullano fra loro, venendo così escluse dal calcolo (es. 1: se le sparigliate erano 3, 4, 7 e viene sparigliato 6 + 2 = 8, rimangono sparigliati 2, 3, 4, 6, 7, 8; es. 2: se le sparigliate erano 3, 4, 7 e viene sparigliato 6 + 4 = 10, i due 4 si apparigliano e restano 3, 6, 7, 10). Alle ultime 6 carte (3 per ogni giocatore)  si confrontano le carte sparigliate con quelle che si hanno in mano e quelle a terra che verranno, in quanto corrispondenti, apparigliate. Risultato? Le sparigliate rimanenti (più le carte a terra e le proprie non apparigliate) corrisponderanno alle carte che ha in mano l’avversario!!

A questo punto, dopo aver pronunciato la tipica frase “TOCCALI!”, giocherete la fine della mano conoscendo le carte dell’avversario.

P.S. Come potete notare, specialmente quelli che già conoscono ed applicano il meccanismo, sarebbe molto più semplice e comprensibile spiegato dal vivo.
Resto a vostra completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.

PP.SS. Studiate (specie Yulia, che vedo molto curiosa ed appassionata della materia), perché gli esami sono imminenti!!!!


Grazie Maestro, cercherò di allenare la mia memoria: Per non dimenticare...
Registrato
Rommel


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.125


« Risposta #29 inserita:: 23 Febbraio 2008, 12:32:15 »

altra condizione per essere villarosa, è.....

andare una volta a settimana a Villapriolo, dai cugini, in particolare da NINO
Registrato

Il prezzo della grandezza è la responsabilità.
Winston Churchill
Pagine: 1 [2] 3 4 5 6 7 ... 14 Vai su  
Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.4 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.085 secondi con 18 interrogazioni al database.