Benvenuto! Accedi o registrati.
20 Settembre 2020, 13:44:54

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

33.087 Messaggi in 2.232 Discussioni da 1.437 utenti
Ultimo utente: niki
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  Forum - Villarosani.it
|-+  Arte, cultura e spettacolo
| |-+  Biblioteca (Moderatore: nephilem)
| | |-+  Le regole della casa del sidro di John Hirving
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione. « precedente successivo »
Pagine: [1] Vai giù
Stampa
Autore Discussione: Le regole della casa del sidro di John Hirving  (Letto 2101 volte)
nephilem


Gruppo: Moderatore
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.223

Dissoluta negligentia prope dolum est.


WWW
« inserita:: 17 Ottobre 2006, 12:53:16 »







Questo è il primo libro che leggo di questo scrittore ma sicuramente non sarà l'ultimo.
La tecnica adoperata, le parole scelte e la tematica mi ha appassionato ed interessato reputandolo bello e molto istruttivo.
L'autore riesce a descrivere in modo realistico una realtà ed un problema che si viveva negli anni in cui il diritto all'aborto non esisteva ma veniva eseguito da individui impreparati i quali pur di arricchirsi non badavano alla vita e salute delle povere donne.
Questo è l'argomento chiave del libro ma in esso sono contenute svariate situazioni che riescono a completarlo ed arricchirlo rendendolo davvero bello.
Homer Wells è il protagonista, è un bimbo nato a St. Cloud, un orfanotrofio creato grazie al buon cuore del Dottor Wilbur, medico che comprende di dover dar voce alle richieste di povere donne che hanno il bisogno di abortire o lasciare i loro bimbi indesiderati. Il dottore si presterà a tale opera gratuitamente dedicando tutta la sua vita assieme a Nurse Angela ed Edna ed in seguito ad altre due Nurse, i quali creeranno una famiglia ed un conforto per questi piccoli bimbi in cerca di amore e per donne in cerca di aiuto.
Homer verrà dato in adozione e mediante queste "avventure" lo scritore ci farà comprendere come sia difficile la vita per questi bimbi orfani i quali ricevono maltrattamenti , ingiustizie ed abusi.
Homer tornerà sempre a St. Cloud, sarà di casa lì...come ripeteranno spesso le Nurse...
In questa casa dove i bambini saranno trattati con cure amorevoli ed estremi riguardi , lo scrittore riesce cmq a trasmetterci le pene ed i pensieri di questi poveri bimbi che attendono solo che sia donata loro un pò di felicità.
Homer diventerà grande ed inizierà pian piano a comprendere ed imparare buona parte del lavoro svolto nell'orfanotrofio diventando tanto bravo da poter studiare anche un giorno da dottore, ma reputerà categoricamente proibito per lui procurare aborti poichè li considererà esseri viventi che hanno un'anima e quindi da difendere.
Per tutta la vita il dottor Larch tenterà di far comprendere ad Homer quanto sia importante invece aiutare chi non ha diritti espressi, aiutare e rendersi utili nella vita.
Homer conoscerà una persona forte e sincera quale è Melony, la quale vivrà la sua vita cercando il suo amore ed il suo eroe ed aiutando chi ama forse proprio nel momento del bisogno dichiarando i suoi pensieri in modo crudo e diretto ma estremamente sincero.
Ebbene Homer conoscerà l'amore, l'amicizia ed il senso del dovere creandosi una vita pseudo normale sempre limitata e vissuta dietro alle quinte sino a quando non riuscirà a comprendere chi è veramente e cosa deve fare nella sua vita!
Gli stati d'animo dei personaggi, le loro storie i loro pensieri sono espressi in modo talmente completo e reale da suscitare tali emozioni che resteranno vivi sino alle ultime pagine di questo capolavoro.
Ogniuno di noi deve vivere la propria vita da protagonista...

recensione tratta da: www.ciao.it/Le_Regole_della_casa_del_sidro__Opinione_721967


                                                                                                                                                    angel Nephilem
« Ultima modifica: 19 Ottobre 2006, 17:13:15 da nephilem » Registrato


"Credo che gli amici siano angeli silenziosi
che ci aiutano a rimetterci in piedi
quando le nostre ali non si ricordano più
come si fa a volare"
asia


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 114

Silent... leges inter arma.


« Risposta #1 inserita:: 17 Ottobre 2006, 18:38:24 »

QUESTO ROMANZO MAI LETTO......SOPRATTUTTO PERCHè DAL TITOLO NON MI ISPIRAVA MOLTO..MA DOPO QUESTA ATTENTA DESCRIZIONE PENSO CHE SARà UN ALTRO LIBRO CHE LEGGERò.....CON LA DESCRIZIONE DEL LIBRO RIPORTATA HANNO PRESO SPUNTO, UN BEL Pò DI ANNI FA, UN CARTONE ANIMATO è STATO MOLTO CARINO
CMQ SE NEPHILEM LO HA CONSIGLIATO SIGNIFICA CHE è UN BEL ROMANZO......LEGGETE RAGAZZI LEGGETE!!!!
Registrato

L’errore nasce sempre dalla tendenza dell’uomo a dedurre la causa dalla conseguenza.
Arthur Schopenhauer
Pagine: [1] Vai su  
Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.4 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.116 secondi con 19 interrogazioni al database.