Home arrow FORUM arrow Villarosaarrow Villarosani nel mondoarrow Belgio: appello alla manifestazione del 18/11
giovedì 23 maggio 2024
Benvenuto! Accedi o registrati.
23 Maggio 2024, 23:04:53

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

33.087 Messaggi in 2.232 Discussioni da 1.437 utenti
Ultimo utente: niki
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  Forum - Villarosani.it
|-+  Villarosa
| |-+  Villarosani nel mondo
| | |-+  Belgio: appello alla manifestazione del 18/11
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione. « precedente successivo »
Pagine: [1] 2 3 Vai giù
Stampa
Autore Discussione: Belgio: appello alla manifestazione del 18/11  (Letto 25735 volte)
lucialoverde


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 269


WWW
« inserita:: 10 Novembre 2007, 02:29:31 »

Carissimi compaesani,

Questo topic è indirizzato in particolar modo ai residenti in Belgio.

Come sapete, è da 154 giorni che lo Stato belga è in crisi e.. senza governo. Le ragioni di questa situazioni sono dovute al razzismo tra POLITICI belghi del nord (fiaminghi) e del sud (walloni). Una minoranza del popolo del nord vuole cancellare lo stato belga, ed essere indipendente.. e evidentemente prendere Bruxelles, città a maggioranza francofona. Esiste un grande razzismo linguistico, perche anche sè ci sono trè lingue ufficiali (francese, fiamingo e tedesco-una minoranza è germanofone ma non dà nessun problema nel senso politico), i fiaminghi non vogliono che il francese sia usato in certi comuni in periferia, al limite delle 'frontiere' comuni. Hanno votato i fiaminghi presso le loro istituzioni (perchè il Belgio è uno stato tutt'oggi federalizato con 3 parlamenti rispettivi), ed effettivamente da ora in poi chi usa il francese in territoio fiamingo (intendo le indicazioni sui mezzi pubblici, documenti amministrativi ecc.) avrà una multa... (non lo invento purtroppo.. è successo con gli autobus qualche giorno fà).

Tutto ciò mi porta rabbia, perche come si sà, anche se mi sento italiana, sono anche belga e non posso accettare il fatto di essere priva della mia libertà di communicare con gli altri in una delle lingua nazionali, come moltissimi connazionali.
Per questo, dopo mesi e mesi di discussioni, polemiche, propaganda razzista, il popolo belga è stufo di queste cretinate politiche. Poco a poco, un movimento cittadino ha preso l'iniziativa di creare una petizione in internet, richiedendo che il Belgio rimanga unito e che i nostri politici si occupino piùtosto degli aspetti socio-economici, più urgenti, che di guerra linguistica senza senso. Questa petizione ha raccolto oggi un 125 000 firme.
Per questo, il 18 novembre prossimo alle ore 11, verrà organizzata una grande manifestazione partendo dalla Gare du Nord di Bruxelles, per arrivare al Cinquantenaire, e rimettere la petizione alle mani del presidente del Senato. (C'è per adesso un "governo" che tratta le cause giornaliere.)

Mi permetto di chiedere alle persone che vivono in Belgio e che vogliono mantenere l'Unità di partecipare a questa manifestazione, perche anche se non si sentono belghi, si può notare una cosa: in Europa (!) esiste ancora razzismo contro la propria patria, solo perche vi sono parlate lingue diverse. È un fatto gravissimo, e mi ricorda che i tempi del fascismo forse non sono ancora finiti, dato che il partito che ha fatto 'esplodere la bomba' della guerra linguistica è quello del Vlaams Belang, anzianamente Vlaams Block, (estrema destra insomma). Questo partito, eletto democraticamente, ha spinto in qualche modo gli altri partiti fiaminghi verso l'estrema, e ci stà riuscendo !!!
Non possiamo guardare questo senz'aggire, mostriamo il nostro affetto per questa terra che ha accolto i nostri nonni e padri, perche alla fin fine questa è oggi la nostra terra anche.

Questo link in francese: http://www.dhnet.be/breaking_news.phtml?id=85119&source=belga&status=3

Ringrazio Pazzotranquillo per avermi dato il consenso di esprimermi sù quest' agomento importante.
Registrato
Rommel


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.125


« Risposta #1 inserita:: 10 Novembre 2007, 10:10:46 »

purtroppo la colpa non è dell'attuale governo, ma si perde ancor prima del secolo scorso, quando nel congresso di Vienna, si unirono due popoli fondamentalmente diversi per lingua, tradizioni e abitudini.

i fiamminghi sono un popolo che riemerge dalla storia moderna, quelle regioni furono oggetto di aspre guerre, prima erano spagnole, poi austriache, poi addirittura i savoia, per un piccolo periodo.
napoleone e poi il belgio come stato regno, un re che finchè ha avuto carisma e capacità ha tenuto unito il paese.

mi dispiace che oggi il belgio, sia cosi messo, male io a bruxelles ci passo per lavoro, ma quando ero studente nel 97 mi ricordo che quando mi spostavo ad anversa, non conoscendo il fiammingo, parlavo francese e loro facevano capire che nn gradivano, quindi parlavo inglese...

lo dissi agli a studenti rientrato a bruxelles o ai parenti e loro mi dissero che i fiamminghi non "amavano" troppo il francese

Non so che dirvi tenete duro.
Registrato

Il prezzo della grandezza è la responsabilità.
Winston Churchill
lucialoverde


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 269


WWW
« Risposta #2 inserita:: 10 Novembre 2007, 17:37:29 »

Rommel, hai parlato di Anversa, la città dove il partito di estrema destra ha più voti. Ma credimi questo non significa che tutti i fiaminghi siano anti-francofoni. E MENOMALE !!! Ci sono più fiaminghi che parlano francese, che brusselesi e walloni che parlano fiamingo. Nel secolo scorso, la richezza si trovava nel sud, e molti ci sono andati per lavorare. Adesso le cose sono diventate al contrario, per motivi che non sto qui a spiegare, ma lascio fraintendere che la corruzione politica ha fatto la sua opera.

Cmq per il fatto che siano popoli diversi, hai ragione. Lo Stato belga è stato creato con entrambi popoli affinchè non fosse la provincia fiaminga (cattolica) attaccata ai Paesi Bassi (protestante). E in quel momento, sia Fiaminghi, che Walloni e che Brusselesi, hanno combattuto insieme contro l'esercito di Guglielmo d'Arancio (Ollandese), e c'è stata gente che ha dato la propria vita per questa causa: l'Unità.

Non sono specializzata in storia, ma quello che so, visto che vivo quì, è che non è giusto lasciare un pugno di cretini spezzare una nazione prospera, dove il nivello di vita è abbastanza buono. Dividere il regno sarebbe proprio andare dritti al muro. Se non c'è scelta dovremo adeguarci, ma di certo Bruxelles non la daremo mai ai fiaminghi! ma finche c'è vita c'è speranza, si vedrà.. e dobbiamo provare.

Buona serata!
Registrato
lucialoverde


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 269


WWW
« Risposta #3 inserita:: 11 Novembre 2007, 00:05:35 »

Ecco l'annuncio pubblico:

http://www.bebelgian.be/inscripnovembre/site/01.jpg

 Ciao
Registrato
nephilem


Gruppo: Moderatore Biblioteca
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.223

Dissoluta negligentia prope dolum est.


WWW
« Risposta #4 inserita:: 11 Novembre 2007, 10:43:17 »

Cara lucia... quando sono venuto a trovarti mi hai parlato molto di questo problema... mi hai esposto dettagliatamente la situazione politica del paese... di certo una scissione del genere non è producente. Tu che vivi in prima persona la realtà di bruxelles sai meglio di tutti che il razzismo politico non porta da nessuna parte... ma combattere per i diritti del cittadino è un sacro santo dovere di ognuno...
Registrato


"Credo che gli amici siano angeli silenziosi
che ci aiutano a rimetterci in piedi
quando le nostre ali non si ricordano più
come si fa a volare"
Zio d'America


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.174


WWW
« Risposta #5 inserita:: 12 Novembre 2007, 16:00:58 »

Vi lamentate voi in Belgio? Ma se in Italia:

- siamo senza governo da un anno e mezzo;
- in Parlamento sono decisivi i membri non eletti;
- il Presidente della Repubblica difende l'invasione sovietica in Ungheria del 1966;
- il segretario di un partito della maggioranza intende ospitare in Italia la salma di un dittatore sanguinario come Lenin;
- non ci sono 2 parti ma migliaia e migliaia con opinioni discordanti su federalismo ed ordinamento della Repubblica;
- gli stranieri la fanno da padrone nelle strade delle città d'Italia, uccidendo e seminando il terrore;
- i poliziotti uccidono gli ultras negli Autogrill e gli ultras uccidono i poliziotti allo stadio;
- si parla solo al momento di tacere e viceversa. Ma non si agisce mai;
- si fanno oltre 4 ore di attesa per superare i 2,5 km dello Stretto di Messina;
- l'autostrada Salerno-Reggio Calabria è un calvario;
- si può offendere il Papa ma non il Presidente della Repubblica;
- il maggior partito di governo controlla banche, assicurazioni, televisioni, giornali, la musica, il cinema, gli intellettuali;
- in Sicilia viaggano ancora i treni a gasolio che al nord Italia venivano utilizzati nel dopoguerra;
- il costo della benzina è in continuo aumento, e su di esso paghiamo chissà quante accise riguardanti addirittura la 1° guerra mondiale;
- con una legge finanziaria si introducono 67 tasse;
- la pressione fiscale supera il 40% ed i servizi al cittadino sono pessimi;
- il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dichiara che uno dei problemi dell'Italia è l'alto costo dei pannolini;
- numerosi parlamentari sono collusi con la mafia, molti sono drogati, uno è transessuale e diversi sono omosessuali e nessuno può indagare su di essi;
- al sud un uomo su 3 è disoccupato;
- la mafia soffoca imprese, economia e libertà;
- chi ha la sfortuna di esser disoccupato deve sentirsi dire "bamboccione" dal Ministro dell'Economia;
- le Repubbliche si susseguono per il venir fuori dei fatti di corruzione e sperperi di denaro pubblico;
- i lavoratori fischiano i sindacati;
- il Ministro dell'Ambiente consiglia l'uso del "solare", ma per ricaricare la batteria dei telefonini;
- i delinquenti vengono messi in libertà perchè non c'è spazio nelle carceri;
- l'ex ministro dell'economia Treu, in una sua visita ad Enna, trova il Castello di Lombardia e la Torre di Federico chiusi senza alcun motivo;
- sono indagati per corruzione il Presidente del Consiglio ed il ministro della Giustizia che a sua volta rimuove dall'incarico il giudice inquisitorio;
- nella gran parte delle Università diversi dipendenti pubblici si laureano ottenendo uno "sconto" fino a 140 crediti;
- si comprano e vendono patenti, titoli di studio, attestati e quant'altro abbia a che fare con la burocrazia;
- la televisione pubblica non è imparziale ma è obbligatorio pagare il canone;
- vengono gli svizzeri pur di provare l'ebrezza di trasgredire la legge;
- nei licei si trasmettono documentari dal titolo "l'erba proibita";
- si pensa più all'utopia dell'Europa unita che ai problemi di casa nostra;
- si paga il ticket su tutto ma la sanità è pubblica ed accessibile a tutti;
- è in vigore da 51 anni una Costituzione in parte superata dalla storia;
- si strumentalizza la qualsiasi, compresa la morte della gente pur di far notizia;
- si intercettano le telefonate di chiunque, si pedina chiunque, basta chiedere a Moratti come fare;
- mentre i comunisti si lamentano per la mancanza di libertà di parola nel nostro paese, anche sui forum c'è chi censura senza motivo.

Spero di non aver acceso polemiche ma di aver chiarito (e ci sono chissà quante altre cose da dire) le idee a coloro che non vivono più nel nostro paese.


Registrato



rosmauro


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.008


« Risposta #6 inserita:: 12 Novembre 2007, 16:08:21 »

Citazione
si fanno oltre 4 ore di attesa per superare i 2,5 km dello Stretto di Messina;

Su questo punto non ti do ragione...... Scusami
Registrato

Laetus deget cui licet in diem dixisse: vixi.
È felice chi, giorno per giorno, può dire: ho vissuto!

<a href="http://www.villarosani.it/images/userbar/userbar_siciliano.png" target="_blank">http://www.villarosani.it/images/userbar/userbar_siciliano.png</a>

lucialoverde


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 269


WWW
« Risposta #7 inserita:: 12 Novembre 2007, 17:02:27 »

Zio d'America sono d'accordo con te e sogno anch'io che la nostra Sicilia sia riconosciuta al suo vero valore sia storico che per le ricchezze della sua terra, ma quest'è un altro discorso. Ho colto l'occasione di invitare i residenti in Belgio tramite il vostro portale perche anche quì esistono problemi sociali ed economici. Se vuoi saperne di più fatti un giro per Bruxelles in molti quartieri quando fà buio (oppure anche di giorno, un anno fà hanno ammazzato un ragazzo alla Stazione Centrale alle 4 del pomeriggio per un MP3) e capirai che non si cammina tranquillamente per strada. Vieni a vedere i nostri stipendi (1000-1500¤) e quanto costa un affitto (450-700¤), vieni a vedere  cosa fanno alcuni giovani di origine emigrata.. posso anche mandarti i link del TG se vuoi. Questi problemi ci sono dapertutto. Si vive in un mondo molto ma molto ingiusto. Per questo spero che chi può esserci il 18 verrà.. sarebbe l'inizio a nivello locale, la priorità attuale sul piccolo territoio.. e poi chissà se ci sarà qualche movimento europeo per tutto quello che va male, io intanto lo vorrei, ma non posso mica aprire un topic al giorno sul mio modo di pensare.. diventerebbe noioso no? 
Buona serata a tutti.
Registrato
Zio d'America


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.174


WWW
« Risposta #8 inserita:: 12 Novembre 2007, 18:55:28 »

Su questo punto non ti do ragione...... Scusami

No, è assolutamente vero. Mi è successo proprio stamattina!
Registrato



osvaldo

Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 232


« Risposta #9 inserita:: 12 Novembre 2007, 21:14:26 »

Le guerre di religione, l'esaltazione delle nazionalità fino al razzismo , la violenza esasperata negli stadi sono tutte forme per arrivare al potere per le vie brevi. La democrazia è fatica, lavoro di convinzione che stanca; con la violenza si mettono a tacere coloro che non la pensano  come noi e poi le magagne non finiscono lo stesso, anzi si moltiplicano e finisce peggio dell'elenco che fa zio d'america, con la differenza che zio d'America non potrà fare più quel lungo elenco, e nemmeno uno breve breve.
Bravo zio d'america ti sei sfogato e hai risolto tutto. Le cose sono messe male e non si esclude. E pensare che si stava bene fino a due anni fa... Allora veramente non c'era niente da dire, tant'è che zio d'America non v'ha fatto cenno alcuno.
Tornando al Belgio, vorrei dire  a quanti propongono indipendenze ottocentesche, sfociate nel secolo successivo nel nazi-fascismo, avete sentito parlare d'Europa?
La democrazia è nata nell' Europa mediterrranea e si è affermata nel Nord del Continente, ma da cent'anni dà segni di stanchezza; l'individualismo si accresce e il senso della comunità si va perdendo. Si va incontro alla politica dell' homo homini lupus. Urge che i pochi uomini saggi rimasti si rimbocchino le maniche e si diano da fare perchè si riacquisti il senso della collaborazione che sta alla radice della democrazia.
Osvaldo
Registrato

Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me. Emanuele Kant
lucialoverde


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 269


WWW
« Risposta #10 inserita:: 12 Novembre 2007, 23:11:08 »

Bravo Osvaldo.  Braaavo!
Registrato
Zio d'America


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.174


WWW
« Risposta #11 inserita:: 13 Novembre 2007, 00:39:48 »

Ho dimenticato di dare delucidazioni a lucialoverde per quanto riguarda il mio "sfogo".
Non volevo assolutamente additare qualcuno o accendere inutili polemiche, ma portare a conoscenza degli italiani all'estero i problemi che quotidianamente ci circondano.
Specialmente per coloro che da giovani hanno lasciato l'Italia credo che sia necessario invitarli ad interessarsi delle nostre problematiche e non solamente degli aspetti turistici che possono apprezzare nei mesi estivi trascorsi dalle nostre parti, perchè, e non tutti lo sanno, costoro hanno diritto di voto nelle ambasciate italiane presenti nei loro paesi e sono parte integrante della nostra democrazia.

Chiudo il mio intervento con questa precisazione perchè mi rendo conto di essere eccessivamente andato off-topic.
Registrato



lucialoverde


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 269


WWW
« Risposta #12 inserita:: 13 Novembre 2007, 07:40:53 »

Tranquillo Zio d'America, cmq siamo un po aggiornati anche quì sù cosa succede in Italia. Per chi è abbbonato prende Raiuno, per chi ha il satellitte prende persino Sicilia Channel ! :-D  Forza Italia!

 Ciao
Registrato
rosmauro


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.008


« Risposta #13 inserita:: 13 Novembre 2007, 08:42:44 »

No, è assolutamente vero. Mi è successo proprio stamattina!

Un eccezione non fa la regola.....
Registrato

Laetus deget cui licet in diem dixisse: vixi.
È felice chi, giorno per giorno, può dire: ho vissuto!

<a href="http://www.villarosani.it/images/userbar/userbar_siciliano.png" target="_blank">http://www.villarosani.it/images/userbar/userbar_siciliano.png</a>

lucialoverde


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 269


WWW
« Risposta #14 inserita:: 17 Novembre 2007, 18:56:41 »

Ragà di Bruxelles mi raccomando domani tutti fuori !!!! devil 
 
Registrato
Pagine: [1] 2 3 Vai su  
Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.4 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC
Joomla Bridge by JoomlaHacks.com
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.061 secondi con 21 interrogazioni al database.
 
© 2024 - Villarosani.it - Tutti i diritti riservati.
Termini e Condizioni d'uso  |  Lo-Fi version  |  Mobile version

Benvenuto in Villarosani.it, il primo portale per i villarosani. Se non sei villarosano sei comunque il benvenuto!
Comune di Villarosa (Provincia di Enna - EN) -C.A.P. 94010- dista 101 Km. da Agrigento, 29 Km. da Caltanissetta, 117 Km. da Catania, 20 Km. da Enna, alla cui provincia appartiene, 213 Km. da Messina, 141 Km. da Palermo, 165 Km. da Ragusa, 192 Km. da Siracusa, 240 Km. da Trapani. Il comune conta 6.162 abitanti e ha una superficie di 5.501 ettari. Sorge in una zona collinare, posta a 523 metri sopra il livello del mare. L 'attuale borgo nacque nel 1762 ad opera del nobile Placido Notarbartolo. Fu sempre centro economico molto attivo, in particolare nel XIX secolo quando vennero rese funzionanti numerose miniere zolfifere presenti su tutto il territorio. Nel settore dei monumenti è importante ricordare la Chiesa Madre del 1763 dedicata a S. Giacomo Maggiore. Rilevanti sono pure Il Palazzo S. Anna, il Palazzo Ducale e l'ex Convento dei Cappuccini entrambi del XVIII secolo.