Home arrow FORUM arrow Villarosaarrow Villarosani nel mondoarrow Cosa avrÓ voluto dire Cetto?
domenica 19 maggio 2024
Benvenuto! Accedi o registrati.
19 Maggio 2024, 04:37:56

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

33.087 Messaggi in 2.232 Discussioni da 1.437 utenti
Ultimo utente: niki
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  Forum - Villarosani.it
|-+  Villarosa
| |-+  Villarosani nel mondo
| | |-+  Cosa avrÓ voluto dire Cetto?
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione. « precedente successivo »
Pagine: [1] 2 Vai gi¨
Stampa
Autore Discussione: Cosa avrÓ voluto dire Cetto?  (Letto 17407 volte)
pazzotranquillo


Gruppo: Amministratore
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.423


WWW
« inserita:: 03 Agosto 2008, 19:17:26 »

Milano, 3 agosto 2008.
In una torrida domenica d'estate, dopo un pranzo a base di fettuccine con capuliato, carne alla pizzaiola, pesche ammugliate nel vino e miluni russu, un po' di sano relax alla PlayStation Ŕ necessario per agevolare la digestione.

Nell'immagine che segue vediamo Cetto e Lo Zio Mirko durante un intervallo della concitata partita Chelsae-Real Madrid.

Possiamo notare Cetto che rivolge lo sguardo allo sfidante e proferisce alcune parole. Secondo voi, cosa avrÓ detto?

Registrato





dottore

Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 142


« Risposta #1 inserita:: 03 Agosto 2008, 19:24:35 »

Secondo me all'ennesima partita vinta allo scadere dallo zio mirko, cetto si rivolge verso di lui mestamente arreso e gli dice: " Ma ia propriu u culu ruttu...."      eheh
Registrato
cigliazza


Gruppo: Moderatore Globale
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 892

U cani muzzica u strazzatu...


« Risposta #2 inserita:: 03 Agosto 2008, 19:27:21 »

"Quannu si cci mitti a furtuna...IÓ cchi¨ culu ca saluti" (scusando i termini...)
Registrato

E respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini (L.B.)
Rommel


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.125


« Risposta #3 inserita:: 03 Agosto 2008, 19:50:41 »

con tipica inflessione milanese avrebbe affermato

"uŔ pistola"

"ma cosa hai al posto della testa...."

"lŔ talmente bagnata che mi sembra l'alzaia del naviglio in inverno"


e avrebbe concluso

esclamando

"teruun"
Registrato

Il prezzo della grandezza Ŕ la responsabilitÓ.
Winston Churchill
Zio d'America


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.174


WWW
« Risposta #4 inserita:: 03 Agosto 2008, 21:06:41 »

Secondo me all'ennesima partita vinta allo scadere dallo zio mirko, cetto si rivolge verso di lui mestamente arreso e gli dice: " Ma ia propriu u culu ruttu...."      eheh

Quoto
Registrato



giacomino


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: A19 (130 Km/h)
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 35


« Risposta #5 inserita:: 04 Agosto 2008, 01:24:03 »

Le opzioni per me si limitano a due secondo la situazione : o" U culu ruttu ia" oppure "troppu forti sugnu".... Sti caxxi
Registrato
Cetto la qualunque


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 183


« Risposta #6 inserita:: 04 Agosto 2008, 09:21:49 »

Ma veramente voi pensate che lo zio mirko potrebbe vincermi alla play station considerando che con alcuni animali ci giochiamo dal 1999?????????????????????????????????????????
  Opsss!
Registrato

L'uso si affina con l'abitudine
il maestro


Gruppo: Il Maestro
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.307


« Risposta #7 inserita:: 04 Agosto 2008, 14:45:08 »

Ma veramente voi pensate che lo zio mirko potrebbe vincermi alla play station considerando che con alcuni animali ci giochiamo dal 1999?????????????????????????????????????????
  Opsss!



Braaaavo: allora forse Ŕ come penso io: non c'entra niente la partita: secondo me Cetto sta chiaramente osservando il fisico dello zio e, con aria trasandata, gli avrÓ detto subito dopo: "Miiiiiirko, cup¨nati ca pigli friscu" (il tutto dettato da un sincero e spontaneo "Un ti si po' taliari")
Registrato

TalŔ!?!
proserpina


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 348


« Risposta #8 inserita:: 04 Agosto 2008, 17:37:34 »

Non so come siano messi i due nel giocare alla play...
ma Cetto pare avere l'espressione del vero cetto quando dice:
"Non ti sputo se no ti profumo!!!"  eheh
Registrato
Cetto la qualunque


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 183


« Risposta #9 inserita:: 05 Agosto 2008, 13:35:35 »

 superlollazzo superlollazzo superlollazzo
Registrato

L'uso si affina con l'abitudine
cigliazza


Gruppo: Moderatore Globale
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 892

U cani muzzica u strazzatu...


« Risposta #10 inserita:: 07 Agosto 2008, 20:06:43 »

Non so come siano messi i due nel giocare alla play...
ma Cetto pare avere l'espressione del vero cetto quando dice:
"Non ti sputo se no ti profumo!!!"  eheh

 Forte! Forte! Forte!
Registrato

E respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini (L.B.)
arsodibastoni


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 542


« Risposta #11 inserita:: 08 Agosto 2008, 11:09:02 »

no no no....
questa Ŕ la tipica faccia di cetto dopo che uno ha sparato una gran minchiata!
non ha detto niente, al massimo un "mah!".
 Fuma
Registrato

Io nacqui a debellar tre mali estremi: tirannide, sofismi, ipocrisia (T.C.)
nephilem


Gruppo: Moderatore Biblioteca
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.223

Dissoluta negligentia prope dolum est.


WWW
« Risposta #12 inserita:: 08 Agosto 2008, 11:43:13 »

scusate l'ignoranza ma che cos'Ŕ il capuliato?
Registrato


"Credo che gli amici siano angeli silenziosi
che ci aiutano a rimetterci in piedi
quando le nostre ali non si ricordano pi¨
come si fa a volare"
Zio d'America


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.174


WWW
« Risposta #13 inserita:: 08 Agosto 2008, 11:49:21 »

scusate l'ignoranza ma che cos'Ŕ il capuliato?

Il capuliato Ŕ il tritato di carne, con cui si realizza il rag¨.
Registrato



il maestro


Gruppo: Il Maestro
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.307


« Risposta #14 inserita:: 08 Agosto 2008, 13:44:11 »

no no no....
questa Ŕ la tipica faccia di cetto dopo che uno ha sparato una gran minchiata!
non ha detto niente, al massimo un "mah!".
 Fuma




Braaaaavo, esattamente la stessa faccia di quando non gli passi la palla davanti la porta quando giocate insieme alla playstation...
Registrato

TalŔ!?!
Pagine: [1] 2 Vai su  
Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.4 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC
Joomla Bridge by JoomlaHacks.com
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.064 secondi con 21 interrogazioni al database.
 
© 2024 - Villarosani.it - Tutti i diritti riservati.
Termini e Condizioni d'uso  |  Lo-Fi version  |  Mobile version

Benvenuto in Villarosani.it, il primo portale per i villarosani. Se non sei villarosano sei comunque il benvenuto!
Comune di Villarosa (Provincia di Enna - EN) -C.A.P. 94010- dista 101 Km. da Agrigento, 29 Km. da Caltanissetta, 117 Km. da Catania, 20 Km. da Enna, alla cui provincia appartiene, 213 Km. da Messina, 141 Km. da Palermo, 165 Km. da Ragusa, 192 Km. da Siracusa, 240 Km. da Trapani. Il comune conta 6.162 abitanti e ha una superficie di 5.501 ettari. Sorge in una zona collinare, posta a 523 metri sopra il livello del mare. L 'attuale borgo nacque nel 1762 ad opera del nobile Placido Notarbartolo. Fu sempre centro economico molto attivo, in particolare nel XIX secolo quando vennero rese funzionanti numerose miniere zolfifere presenti su tutto il territorio. Nel settore dei monumenti è importante ricordare la Chiesa Madre del 1763 dedicata a S. Giacomo Maggiore. Rilevanti sono pure Il Palazzo S. Anna, il Palazzo Ducale e l'ex Convento dei Cappuccini entrambi del XVIII secolo.