Benvenuto! Accedi o registrati.
19 Ottobre 2019, 20:24:09

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

33.087 Messaggi in 2.232 Discussioni da 1.431 utenti
Ultimo utente: niki
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  Forum - Villarosani.it
|-+  Il Bar
| |-+  Quattro chiacchiere in compagnia
| | |-+  Lezioni di Siciliano...
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione. « precedente successivo »
Pagine: 1 [2] 3 4 5 6 7 ... 12 Vai gi
Stampa
Autore Discussione: Lezioni di Siciliano...  (Letto 69510 volte)
shark


Gruppo: Amministratore
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 829


« Risposta #15 inserita:: 21 Febbraio 2008, 19:20:26 »

Il passato.

Il passato prossimo del verbo Essiri. Usato rarissimamente

I' aju statu
tu ha statu
iddu ha statu
nuatri hamu statu
vuautri hatu statu
diddi hanu statu

Esempio: Aju statu a Roma na para di voti.(Mi sono recato  a Roma almeno un paio di volte)

Il passato remoto. Molto usato.

I fuju
tu fusti
iddu fu
nuatri fummu
vuautri fustivu
diddi furu(nu)

Esempio: Antura fuju a chiazza (Poco fa sono andato in piazza)



« Ultima modifica: 23 Febbraio 2008, 22:33:54 da shark » Registrato



pazzotranquillo


Gruppo: Amministratore
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.423


WWW
« Risposta #16 inserita:: 21 Febbraio 2008, 19:57:16 »

Primo dubbio:

Iddru = Iddu?

Ci tengo a far luce in merito!

Si scrive IDDU, ma si pronuncia IDDRU
Registrato





yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #17 inserita:: 21 Febbraio 2008, 21:18:40 »

Grazie ad Arso e Shark: due ottimi maestri    Muto

... e grazie a Pazzotranquillo per la precisazione...
Registrato
shark


Gruppo: Amministratore
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 829


« Risposta #18 inserita:: 21 Febbraio 2008, 22:20:48 »

Ci tengo a far luce in merito!



Accatta na lampadina di 100.

(compra una lampadina da 100 w)
Registrato



yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #19 inserita:: 21 Febbraio 2008, 22:28:20 »

Accatta na lampadina di 100.

(compra una lampadina da 100 w)

 superlollazzo
Registrato
Zio d'America


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: A' Chiazza!
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 3.174


WWW
« Risposta #20 inserita:: 22 Febbraio 2008, 01:40:42 »


Ci tengo a far luce in merito!

Accatta na lampadina di 100.

(compra una lampadina da 100 w)



 superlollazzo superlollazzo superlollazzo
Mi faciti moriri!

A proposito, verbo FARE:


Presente
I fazzu
tu f
diddu f
nuatri facimu
vuatri faciti
diddi fnu

Passato remoto
I fici
tu facisti
diddu fci
nuatri fcimu
vuatri facistivu
diddi ficiru

Imperfetto
I facva
tu facivatu
diddu facva
nuatri facvamu
vuatri facvavu
diddi facvanu

Futuro
I haiu fari (si utilizza la forma che in italiano viene tradotta con Io devo fare)
tu ha fari
diddu hada'ffari*
nuatri hama'ffari*
vuatri hata'ffari*
diddi hanu fari
*Occorre precisare che foneticamente ci avviciniamo alla forma contratta dei verbi inglesi.
« Ultima modifica: 22 Febbraio 2008, 01:49:13 da Zio d'America » Registrato



shark


Gruppo: Amministratore
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 829


« Risposta #21 inserita:: 22 Febbraio 2008, 08:32:23 »

In realt il futuro semplice nel dialetto siciliano non esiste, come esposto dal collega Zio.  Aggiungo che consuetudine utilizzare  una sorta di condizionale:

Dumani avissi a ghiri a Catania.

(Domani dovrei andare a Catania)
Registrato



yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #22 inserita:: 22 Febbraio 2008, 12:53:03 »

Accatta na lampadina di 100.

(compra una lampadina da 100 w)

 

 superlollazzo superlollazzo superlollazzo
Mi faciti moriri!

A proposito, verbo FARE:


Presente
I fazzu
tu f
diddu f
nuatri facimu
vuatri faciti
diddi fnu

Passato remoto
I fici
tu facisti
diddu fci
nuatri fcimu
vuatri facistivu
diddi ficiru

Imperfetto
I facva
tu facivatu
diddu facva
nuatri facvamu
vuatri facvavu
diddi facvanu

Futuro
I haiu fari (si utilizza la forma che in italiano viene tradotta con Io devo fare)
tu ha fari
diddu hada'ffari*
nuatri hama'ffari*
vuatri hata'ffari*
diddi hanu fari
*Occorre precisare che foneticamente ci avviciniamo alla forma contratta dei verbi inglesi.


 Braaavo!

Se continuate cos, o cari maestri, penso che imparer il siciliano in un mese  Muto
Registrato
yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #23 inserita:: 22 Febbraio 2008, 12:54:52 »

In realt il futuro semplice nel dialetto siciliano non esiste, come esposto dal collega Zio.  Aggiungo che consuetudine utilizzare  una sorta di condizionale:

Dumani avissi a ghiri a Catania.

(Domani dovrei andare a Catania)

mmm... Ghiri = andare ... E per dire "io vado" ?
Registrato
arsodibastoni


Gruppo: Collaboratore
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 542


« Risposta #24 inserita:: 22 Febbraio 2008, 13:19:27 »

il verbo andare (iri,ghiri soprattutto nell'enjambement) un verbo irregolare

presente
io vado= i vaiu
tu vai= tu v
egli va= iddu v
noi andiamo=nuantri iamu
voi andate =vuantri iti
essi vanno= iddi vannu

pass remoto
io andai= i u
tu andasti=tu isti
egli and= iddu
noi andammo=nuantri immu
voi andaste= vuantri istivu
essi andarono=iddi iru

participio passato= iutu
Registrato

Io nacqui a debellar tre mali estremi: tirannide, sofismi, ipocrisia (T.C.)
yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #25 inserita:: 22 Febbraio 2008, 13:23:40 »

il verbo andare (iri,ghiri soprattutto nell'enjambement) un verbo irregolare

presente
io vado= i vaiu
tu vai= tu v
egli va= iddu v
noi andiamo=nuantri iamu
voi andate =vuantri iti
essi vanno= iddi vannu

pass remoto
io andai= i u
tu andasti=tu isti
egli and= iddu
noi andammo=nuantri immu
voi andaste= vuantri istivu
essi andarono=iddi iru

participio passato= iutu

Ma lei proprio un professore di classe, mi parla anche di enjambement...  Buono!

Arso in un'altra discussione usavi la parola "serrare". Potresti spiegarmi cosa significa?
Registrato
cigliazza


Gruppo: Moderatore Globale
*

Posizione: Curva de' Miluna
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 892

U cani muzzica u strazzatu...


« Risposta #26 inserita:: 22 Febbraio 2008, 14:46:16 »

Ma lei proprio un professore di classe, mi parla anche di enjambement...  Buono!
Arso in un'altra discussione usavi la parola "serrare". Potresti spiegarmi cosa significa?

 LOL LOL  superlollazzo superlollazzo  superlollazzo   eheh eheh
Scusate se m'intrometto fra voi professori...Ma ora spiegate a yulia che significa SERRARE...
Registrato

E respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini (L.B.)
yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #27 inserita:: 22 Febbraio 2008, 14:59:01 »

LOL LOL  superlollazzo superlollazzo  superlollazzo   eheh eheh
Scusate se m'intrometto fra voi professori...Ma ora spiegate a yulia che significa SERRARE...

Ciao Cigliazza...
Dalle tue risate sento odor di triplo zagagliamento mortale carpiato...  Pomodoro

Cosa significa?  Please!?
Registrato
tarzan


Gruppo: Villarosano DOC
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 390


« Risposta #28 inserita:: 22 Febbraio 2008, 15:04:36 »

Visto che questo un topic retto da docenti unversitari e che tratta argomenti letterari sono andato a cercare il significato di "serrare" presso il sito degli accdemici della crusca ed questo quello che ho trovato (spero potr esserti utile yulia):   superlollazzo  superlollazzo

 SERRARE.
   
Impedire, che, per l' aperture, non entri, o esca cosa alcuna, opponendo a ciascheduna lo strumento suo proprio, come il coperchio alle casse, le 'mposte, e gli sportelli agli usci, e alle         finestre: e dicesi ancora serrare di tutte le cose, che s' aprono, come suo contrario, come borsa, libri, ec. Lat. claudere.

<Dante nel Paradiso, canto 6>-Dan. Par. 6. Con costui pose il Mondo in tanta pace, Che fu serrato a Iano il suo delubro.
<[Giovanni] Boccaccio Novella 15, numero 25> Bocc. n. 15. 25. E, tornatosi dentro, serr la finestra.  E nov. 78. 9. Accostatosi alla cassa, dove serrato era il marito.
<Petrarca nel Sonetto 105.>  Petr. Son. 105. Tal m' ha in prigion, che non m' apre, ne serra.
<Dante nell'Inferno, canto 17>--Tes. Br. 1. 16. Se alcuna cosa si leva dinanzi del corpo, ella serra in se la similitudine di quella cotal cosa.
« Ultima modifica: 22 Febbraio 2008, 15:06:22 da tarzan » Registrato




yulia

Gruppo: Utente
*

Posizione: Bivio Kamut
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 243


« Risposta #29 inserita:: 22 Febbraio 2008, 15:18:51 »

Visto che questo un topic retto da docenti unversitari e che tratta argomenti letterari sono andato a cercare il significato di "serrare" presso il sito degli accdemici della crusca ed questo quello che ho trovato (spero potr esserti utile yulia):   superlollazzo  superlollazzo

 SERRARE.
   
Impedire, che, per l' aperture, non entri, o esca cosa alcuna, opponendo a ciascheduna lo strumento suo proprio, come il coperchio alle casse, le 'mposte, e gli sportelli agli usci, e alle         finestre: e dicesi ancora serrare di tutte le cose, che s' aprono, come suo contrario, come borsa, libri, ec. Lat. claudere.

<Dante nel Paradiso, canto 6>-Dan. Par. 6. Con costui pose il Mondo in tanta pace, Che fu serrato a Iano il suo delubro.
<[Giovanni] Boccaccio Novella 15, numero 25> Bocc. n. 15. 25. E, tornatosi dentro, serr la finestra.  E nov. 78. 9. Accostatosi alla cassa, dove serrato era il marito.
<Petrarca nel Sonetto 105.>  Petr. Son. 105. Tal m' ha in prigion, che non m' apre, ne serra.
<Dante nell'Inferno, canto 17>--Tes. Br. 1. 16. Se alcuna cosa si leva dinanzi del corpo, ella serra in se la similitudine di quella cotal cosa.

 superlollazzo  fuso  stupito  azzzz     timido

emh... Quindi Shark anche un docente di otturamento a doppio manico?  timido

Fa il dentista?  Boh!
Registrato
Pagine: 1 [2] 3 4 5 6 7 ... 12 Vai su  
Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.4 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.478 secondi con 18 interrogazioni al database.