Benvenuto! Accedi o registrati.
20 Settembre 2020, 13:04:39

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

33.087 Messaggi in 2.232 Discussioni da 1.437 utenti
Ultimo utente: niki
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  Forum - Villarosani.it
|-+  Arte, cultura e spettacolo
| |-+  Biblioteca (Moderatore: nephilem)
| | |-+  L'uomo che credeva di non avere più tempo di Guillame Musso
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione. « precedente successivo »
Pagine: [1] Vai giù
Stampa
Autore Discussione: L'uomo che credeva di non avere più tempo di Guillame Musso  (Letto 2123 volte)
nephilem


Gruppo: Moderatore
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.223

Dissoluta negligentia prope dolum est.


WWW
« inserita:: 20 Novembre 2006, 00:43:16 »







Trama

Nathan Del Amico è un avvocato ricco e affermato professionalmente: con il duro lavoro e una determinazione incrollabile è riuscito a scrollarsi di dosso un destino di miseria ed emarginazione che la famiglia gli ha lasciato in eredità. Ce l'ha fatta, dunque, ma ha pagato un prezzo molto alto: la moglie Mallory, stanca di essere messa sempre in secondo piano rispetto alla carriera, lo ha lasciato, privandolo dell'opportunità di veder crescere la figlia Bonnie, amatissima in teoria ma molto trascurata in pratica.
Un giorno Nathan riceve la visita di Garrett Goodrich, un medico stimato, che pure gli si presenta con una motivazione ben poco credibile: sostiene, infatti, di essere capace di riconoscere quando una persona è vicina alla morte. Nathan non crede certo alla storia del medico; e soprattutto non accetta l'idea di essere vicino alla morte. Forse, sì, dovrebbe riguardarsi di più e dare ascolto a certi segnali di malessere che ultimamente si sono intensificati, ma la morte rimane per lui una prospettiva inaccettabile.
Quando il dottor Goodrich gli fornisce le prove incontrovertibili del suo straordinario potere, Nathan non può far altro che fare i conti con la morte imminente. In una frenetica corsa contro il tempo, cerca di riportare equilibrio nella propria vita, dando spazio finalmente a quei sentimenti e quelle emozioni che aveva fino ad allora trascurato. Per poi scoprire che le novità non sono affatto terminate.

L'autore: Giovane talento della letteratura francese, Guillaume Musso ha vinto con questo libro il primo premio al Festival internazionale del cinema e della letteratura, quale opera più adatta alla trasposizione cinematografica.


Recensione tratta dal sito: www.comune.empoli.fi.it/.../bibliomail/179.htm


Registrato


"Credo che gli amici siano angeli silenziosi
che ci aiutano a rimetterci in piedi
quando le nostre ali non si ricordano più
come si fa a volare"
pazzotranquillo


Gruppo: Amministratore
*

Posizione: Bivio Ferrarelle
Stato: Scollegato Scollegato

Messaggi: 1.423


WWW
« Risposta #1 inserita:: 20 Novembre 2006, 01:12:24 »

 Buono!
Registrato





Pagine: [1] Vai su  
Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.4 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.073 secondi con 19 interrogazioni al database.