Home arrow Il Muro
domenica 16 dicembre 2018
Benvenuto Visitatore.






Password dimenticata?
Non hai ancora un account? Registrati
Chi è online

Statistiche
Visite oggi: 17
Visite totali: 651063
Feed RSS di Villarosani.it
Social Bookmark
Aggiungi Villarosani.it a: Digg Aggiungi Villarosani.it a: Del.icoi.us Aggiungi Villarosani.it a: Yahoo Aggiungi Villarosani.it a: Blogmarks Aggiungi Villarosani.it a: Technorati Aggiungi Villarosani.it a: Smarking Aggiungi Villarosani.it a: Google Cos'è il Social Bookmark?
Annunci Google

Il Muro

   Clicca qui per scrivere un messaggio sul Muro


docgia    22 gennaio 2008 07:12 |
Un altra storiella all'italiana.C'era una volta un bambino chiamato Clemente,che si è fatto togliere le caramelle da un bidello durante la ricreazione perché monello.Colto d'ira,egli va dal suo maestro chiamato Romano per avere solidarietà(e la riceve da esso).Ma essendo molto capriccioso e non essendo ancora soddisfatto,egli pretese che tutti i suoi compagni di classe lo sostenessero e lo diffendessero a spada tratta,seno'avvrebbe raccontato tutti i loro segreti e avvrebbe creato un casino in classe.Cosa che avvenne per la maggior parte di essi,tranne uno molto spigoloso chiamato Antonio.Clemente si arrabio' di brutto,e senza dir niente al suo maestro(o piuttosto dicendoglielo con la scrittura di una lettera che gli invierà dopo), va dal preside e.......scoglie le camere!Queste sarebbero le persone con il senso dello stato in ITALIA!E ce sono parrecchie in giro!C'è n'è un altro che cammina con una cupola in testa,originario di Favara,che a appena ricevuto l'appoggio dal suo superiore,un certo "Silvio con i tacchi",e che gli ha detto di continuare cosi(perché sta andando alla grande!)Ancora un occasione sbagliata da parte del "Cavaliere" per liberarsi delle mele marcie(ma si sa,i voti sono molto importanti,anche se provvengono dai mafiosi! :(

ACCURA    21 gennaio 2008 13:38 | enna
VotoVotoVotoVotoVoto
CIAO VORREI SAPERE CHE FINE HA FATTO LA BAND VILLAROSANA DEI CANTINA BUIA?

michele71    21 gennaio 2008 09:59 |
Per non parlare del nostro ministro Dell'Interno. "Poveretto", c'è l'hanno tutti con lui!!, con la moglie, con il suocero, con 20 "affiliati" al suo partito, ecc. ecc.
Più in basso di così, non potevamo andare.
Saluti a Pinco e a tutti i Villarosani

docgia    20 gennaio 2008 14:03 |
:upset Per completare quello detto dall'amico Pinco(che secondo me,ha sempre delle cose interessante da dire,a differenza di qualqu'un altro che spara sempre caz..),vorrei aggiungere che quel "lupo"non è stato condannato per associazione mafiosa ma semplicemente per fuga di notizie; e di questo dice che la sua famiglia ne puo' essere molto fiera (si,la famiglia "Cosa Nostra").Io non capisco:gli danno 5 anni e gli salvano la faccia per conservare la sua poltrona.Ma queste notizie,a chi li rifilava??? Ma ci prendono veramente per i fondelli.Purtroppo finché individui del genere rimangone al potere in Sicilia(ma anche in italia in generale)il nostro bel paese non potrà mai cambiare ed avvicinarsi neanche un poco a certi paesi modelli,come i Paesi Bassi oppure Scandivani. Ps:in Belgio no,perché pure qui c'è il mangia mangia come da voi!

Pallino Pinco    19 gennaio 2008 12:04 | villarosa
VotoVotoVotoVotoVoto
Stiano tranquilli gli altri “greggi”!
Il lupo che ha mangiato uno, due, tre, quattro, cinque agnelli non sapeva, e ieri lo ha dimostrato, che stava attentando al gregge intero.
Il pastore e il gregge scampato lo hanno capito e quindi lo perdonano.
Cosciente della propria buona fede il lupo si autopropone come cane pastore di tutti i greggi dell’isola.
Sono sicuro che agnelli giovani e meno giovani approvino, dimenticando però che un proverbio dice che: “il lupo perde il pelo ……”.
Voi, Villarosani che vivete all’estero, sapreste indicarmi un paese caldo, tranquillo ma soprattutto dove non si dicano e si creda a certe stro.. favole.


436
messaggi

EasyBook


UrloBox
Ultimi Messaggi: 1 mese fa
  • pierdeo : novembre 2018
  • VELLARUSANO : fa piacere che ogni tanto qualcuno si favivo
  • VELLARUSANO : anche se in ritardo ricambio
  • toliveri : buonanno a tutti
  • PEPPE : Ho inserito alcuni link della nostra bella terra di Sicilia dove poter vedere alcune bellezze del Nostro territorio
  • PEPPE : «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link» «link»
  • PEPPE : Oggi 06 gennaio 2017 Epifania , eccezzionale nevicata a Villarosa guardate le mie foto davanti casa
  • PEPPE : Ho inserito alcune foto della manifestazione in memoria del nostro poeta Vincenzo De Simone Giuseppe innuso
  • PEPPE : la mostra si chiudera il 12 aprile 2016
  • PEPPE : Da oggi presso la bibblioteca comunale e aperta la mostra fotografica su ?Chistu è lu me paisi? dedicata a V. De Simone
Effettua il login per urlare..
 
Alcune semplici regole da seguire per entrare a far parte di Villarosani.it
Le origini e la storia di Villarosani.it
Hai bisogno di assistenza? Vuoi darci un consiglio? Scrivici!
Rassegna stampa degli articoli riguardanti Villarosani.it
La storia, la geografia ed altre informazioni utili per conoscere il piccolo centro nel cuore della Sicilia.
 
© 2018 - Villarosani.it - Tutti i diritti riservati.

Benvenuto in Villarosani.it, il primo portale per i villarosani. Se non sei villarosano sei comunque il benvenuto!
Comune di Villarosa (Provincia di Enna - EN) -C.A.P. 94010- dista 101 Km. da Agrigento, 29 Km. da Caltanissetta, 117 Km. da Catania, 20 Km. da Enna, alla cui provincia appartiene, 213 Km. da Messina, 141 Km. da Palermo, 165 Km. da Ragusa, 192 Km. da Siracusa, 240 Km. da Trapani. Il comune conta 6.162 abitanti e ha una superficie di 5.501 ettari. Sorge in una zona collinare, posta a 523 metri sopra il livello del mare. L 'attuale borgo nacque nel 1762 ad opera del nobile Placido Notarbartolo. Fu sempre centro economico molto attivo, in particolare nel XIX secolo quando vennero rese funzionanti numerose miniere zolfifere presenti su tutto il territorio. Nel settore dei monumenti è importante ricordare la Chiesa Madre del 1763 dedicata a S. Giacomo Maggiore. Rilevanti sono pure Il Palazzo S. Anna, il Palazzo Ducale e l'ex Convento dei Cappuccini entrambi del XVIII secolo.